Prelievi Pediatrici

Prelievi Pediatrici

Prelievi Pediatrici

Il Punto Prelievi Pediatrici del Centro Polispecialistico Giovanni Paolo I ha posto particolare attenzione alla sezione Pediatrica. Siamo in grado di effettuare prelievi pediatrici ematici e tamponi a bambini di tutte le età a partire dai primi mesi di vita. Anche se si tratta di una procedura estremamente semplice e comune, è utile fornire alcuni consigli ai genitori che svolgono un ruolo importante nel ridurre al minimo paura ed ansia nei bimbi che devono effettuare il prelievo.

Per questo motivo abbiamo creato un decalogo per i genitori che consigliamo di leggere prima di portare il bambino al punto prelievi pediatrici .

  1. Siate consapevoli del motivo della necessità del prelievo e di cosa consiste: chiedete dunque tutte le informazioni di cui avete bisogno per chiarire dubbi o perplessità al pediatra che ha prescritto le analisi ed al nostro staff che effettuerà il prelievo e le analisi.
  2. Siate sinceri con vostro figlio: non nascondetegli ciò de dovrà effettuare spiegando con parole semplici ed adeguate all’età come si svolgerà, rassicuratelo che starete con lui durante il prelievo ed evitate di parlarne troppo a lungo e troppo tempo prima.
  3. Rassicurate il bambino: fategli esprimere tutti i suoi dubbi e le sue paure rassicurandoli che potranno fare tutte le domande che vogliono agli operatori sanitari del centro. Evitate di promettere premi, normalmente lui non li richiede e ciò contribuisce a creare uno stato di allerta generando nel bimbo il pensiero che sta affrontando un’azione eroica che va ricompensata.
  4. Non nascondete al bambino che potrà sentire dolore: rassicuratelo che questo dolore è assolutamente minimo e sopportabile e spiegate che gli operatori sanitari gli daranno tutti i consigli per renderlo minimo (es fare respiri profondi, distrarsi in altre attività).
  5. Informatevi in anticipo: chiedete in segreteria tutte le informazioni sulle procedure  amministrative (accettazione, privacy ecc.) in maniera tale che la mattina del prelievo il bimbo possa percepire sicurezza ed organizzazione nei propri genitori. Per un figlio vedere i suoi genitori che hanno la situazione sotto controllo dà tutta la sicurezza necessaria.
  6. In segreteria espletate la procedura amministrativa con calma e sicurezza, attendete con calma il vostro turno evitando commenti che possano indurre ansia per l’attesa a vostro figlio.
  7. Giungete in sala d’attesa prelievi pediatrici attrezzati: date al bimbo il suo gioco od oggetto preferito e fatelo attendere nell’apposita “area gioco” che abbiamo creato; un ambiente famigliare e sereno contribuisce ad affrontare il prelievo senza paure ed ansie.
  8. Fate utilizzare a vostro figlio fogli e colori per il disegno: Abbiamo creato un piccolo opuscolo da colorare che fornisce in maniera intuitiva e giocosa tutte le informazioni sul prelievo. Questo oltre che a fargli passare il tempo lo tranquillizza sul prelievo che dovrà fare.
  9. Al vostro turno entrate con calma e sicurezza: affidatevi al personale sanitario e restate con calma accanto a vostro figlio ascoltando tutti i consigli che riceverete e mantenendo il contatto fisico con vostro figlio es. tenendogli la mano. Se uno dei genitori è impressionabile e sa di reagire agitandosi è meglio uscire dalla sala prelievi ed affidare il figlio all’altro genitore o al personale sanitario. Tutto avverrà in completa calma e sicurezza.
  10. Mettete in atto i comportamenti che possono ridurre la percezione del dolore: Neonati e bambini prima infanzia (0 – 5 anni) parlate a bassa voce con tono calmo e rassicurante, non fate movimenti bruschi ed improvvisi che li possano spaventare. Attivate stimolazioni sensoriali piacevoli come il cullare, cantare una canzone, carezzare, dare il succhiotto. fate soffiare il bambino sulla girandola che regaliamo a vostro figlio al momento della puntura perché respirare profondamente aiuta a rilassare la muscolatura. Focalizzate la sua attenzione su stimoli differenti da quelli della puntura, anche questo contribuisce a non percepire il dolore. Dai 6 anni in poi i bambini potranno essere guidati molto più agevolmente per esempio facendoli soffiare forte al momento della puntura e facendogli contare i respiri che servono prima che finisca il prelievo, parlategli con calma e qualora fossero agitati evitate di minacciare punizioni. può essere utile evocare un ricordo piacevole al fine di predisporli meglio all’atto del prelievo.

 

 

Scarica Allegati e Materiale Informativo